Beppe Mecconi nasce a San Terenzo di Lerici, La Spezia, il 6 marzo del 1956.


Pittore - Disegna e dipinge da sempre. Fin da giovanissimo ottiene vari ed importanti riconoscimenti. A 19 anni viene premiato dal Maestro G. Breddo: «Questo pittore suscita particolari apprezzamenti per l'abile fusione delle tecniche più moderne che utilizza per realizzare i suoi temi». Ha esposto in innumerevoli concorsi, estemporanee, collettive e personali in Italia ed all'estero. È presente con quattro lavori nella collezione permanente del CAMeC della Spezia. Dal 2010 i suoi dipinti sono dedicati a brani di poesie. Noto come "il pittore dei Poeti", i poeti stessi gli inviano i loro versi. Ha frequentato tra gli altri: Paolo Bertolani, Attilio Bertolucci, Giovanni Giudici, Giuseppe Conte, Tomaso Kemeny, Mario Soldati, Angelo Tonelli, Emilio Zucchi. È tra gli artisti internazionali selezionati dal critico d'arte Daniele Crippa per il progetto "Iglesia de los Angeles" a Salta, in Argentina.


Scrittore/illustratore/Direttore artistico - Ha scritto ed illustrato molti libri per l'infanzia; i titoli più noti sono: "I pozzi di Eugenio", "Il polpo campanaro" e "La notte che mio nonno pescò Babbo Natale" giunti alla decima edizione e tradotti in Brasile, Messico, Polonia e Francia. Da questi testi, citati anche in volumi scolastici, sono state tratte drammatizzazioni teatrali e musicali. Ha realizzato 20 libri per bambini e ragazzi. Nel 2006 presenta alcuni titoli al Salone del Libro di Torino. Una sua illustrazione, vincitrice del "Premio Unicef" nel 1991, è stata esposta in Giappone, in Israele ed al "Centre Pompidou" di Parigi. Suoi brevi racconti sono presenti in decine di pubblicazioni. È tra i 120 scrittori selezionati nella comunità letteraria internazionale per compilare l'e-dizionario erotico "@ Dicò Erotique". Nel 2014 gli viene assegnato il Premio Montale Fuori di Casa "Zebrino", per la Narrativa per l'Infanzia. Nello stesso anno racconta le sue fiabe alla Versiliana dei Piccoli. Nel febbraio del 2017 esce per i tipi delle Edizioni GammaRò il suo romanzo: "Trabastìa - cent'anni di gente comune", presentato anche al Coscienza Festival di Berceto, PR, con Edoardo Boncinelli, Marzio Dall'Acqua, Umberto Galimberti, Renato Pilutti, Angelo Tartabini... Nel maggio del 2017 assume la direzione e la coordinazione artistica del marchio editoriale Töpffer, libri illustrati per bambini, adulti e graphic novel (prime uscite novembre 2017).


Editore - Dal giugno 2013, rientrato in possesso del diritto d'autore di alcuni suoi libricini, crea M-Quaderni, editrice di libri per bambini. La presentazione ufficiale è a cura di Marco Buticchi il 27/6 nel salone del Palazzo del Governo della Spezia. Alla fine del 2016, terminata la ri edizione dei suoi libri illustrati, conclude l'attività editoriale.


Programmista/regista - Scrive e dirige film-documentari per Enti pubblici e privati, molto spesso con uno sfondo" poetico. Da ricordare "La Casa rosa" (1981) sulla permanenza di D. H. Lawrence a Tellaro, "Madì, l'antica castellana del Golfo dei Poeti" (RAI 3 Liguria, 1980) e "Racconti dalla Contea di levante" (RAI 3 Liguria, 1980), dove mette a confronto Paolo Bertolani e Mario Soldati.


Regista teatrale - Dal 1980 fino al 2008 ha diretto lo storico gruppo teatrale "la Compagnia delle Briciole di Lerici" (oltre a varie altre Compagnie), con allestimenti sempre originali da testi di Carlo Goldoni, Molière, Scarpetta, Joseph Kesselring, Govi... ottenendo eccezionali successi di pubblico, critica ed importanti riconoscimenti. "Beppe Mecconi regista, costumista, scenografo e all'occorrenza anche attore ci ha dato con Tartufo uno spettacolo accattivante. La sua è una rilettura di Molière che evidenzia in particolare la componente comica presente nel capolavoro. Mecconi ha giocato sul ritmo, su felici accorgimenti, sulla tenuta scenica di taluni ottimi elementi. Il suo è uno spettacolo piacevole affidato anche ad un idioma ligure che influenze delle confinanti regioni arricchiscono di inusuali sonorità". Premio Miglior Regia Teatro dialettale ligure 1999.

Nel 2015 riprende l'attività teatrale realizzando, con i musicisti Oliviero Lacagnina, Egildo Simeone e Livio Bernardini, vari recital musicali: "Non è la rosa non è il tulipano" sulle poesie internazionali scritte durante la Grande Guerra, allestito anche al Teatro Civico della Spezia e nel ridotto del Teatro Regio di Parma. "Suonami una favola", tratto dalle sue fiabe, allestito anche al Coscienza Festival di Berceto, PR. "Persone/Memorie", da brani tratti dal romanzo Trabastìa. "Brillano o Poeta" omaggio a Paolo Bertolani nel decennale della sua scomparsa. "Voci di Liguria" poesie, ballate e canzoni.

Con Giuseppe Bruno al pianoforte realizza per il centenario della Grande Guerra "La tregua di Natale del 1914".


Attività culturali e sociali - Fondatore di associazioni culturali, ideatore ed organizzatore di eventi, mostre, convegni, spettacoli e manifestazioni che hanno radunato migliaia di persone.

Attivo in campo sociale viene nominato giovanissimo Presidente del Comitato di Quartiere di San Terenzo. Nel 2002 è eletto come indipendente nel Centrosinistra nel Consiglio Comunale di Lerici (SP).

Dal 1994 al 1996 ha scritto quotidianamente articoli di cronaca sulle pagine del quotidiano Il Secolo XIX.

Per le sue varie esperienze ed attività ha collaborato in trasmissioni radio e tv con emittenti nazionali ed internazionali.

Per 24 anni ha insegnato linguaggi creativi (teatro, tecniche pittoriche, fumetto, maschere, tecniche pubblicitarie, cinema di animazione, linguaggio cinematografico, ecc.) nelle scuole pubbliche, dalla materna alle superiori, ed in istituti privati. Collaborando anche con Emanuele Luzzati, Tonino Conte e Vittorino Andreoli.

Nel 1994 il dott. Farina, Presidente dell'UNICEF, gli consegna il diploma ufficiale del Fondo delle Nazioni Unite per l'Infanzia "Per l'impegno dimostrato per garantire il diritto all'avvenire delle giovani generazioni".

Nel 2010 è relatore per conto di Pangea, rete di musei naturalistici italiani con la quale ha partecipato, tra le altre, a due campagne paleontologiche in Sahara occidentale, al secondo seminario internazionale sulla cultura del popolo Saharawi nei campi profughi nel sud dell'Algeria.

Dal 2004 collabora con "Projeto Liberdade", O.N.G. che si occupa dei disagi dell'infanzia nella favela di Vila Vintem a Rio de Janeiro.


Attore - Oltre a varie interpretazioni teatrali, nel 1979 compare ne "I giorni cantati" di Paolo Pietrangeli, nel 1980 interpreta un Ardito del Popolo nel film "Nella città perduta di Sarzana" di Luigi Faccini. Nel 2010 è Alfred, il maggiordomo di Bar Man in "Capitan Basilico 2" di Massimo Morini. Nel 2012, è Rudy, padre del protagonista, in "12 12 12" (film del quale è co sceneggiatore) di Massimo Morini.


Il Museo nel Castello di Lerici - Dal 2002 al 2010 è Presidente del Consorzio Castello di Lerici, la straordinaria fortezza sul mare sede (fino al 2017) del Museo Paleontologico che, oltre a produrre e proporre didattica, scienza e continui importanti avvenimenti culturali (mostre d'arte, incontri letterari, concerti, teatro), è stato capofila della Rete dei Musei naturalistici italiani "Pangea" la quale, unica in Italia, ha organizzato campagne paleontologiche all'estero (Brasile, Argentina, Sahara occidentale) con importanti risultati scientifici. In Rio Negro, Patagonia del nord, Pangea scopre nel 2005 il più importante cimitero di Titanosauridi al mondo, per questo motivo l'Ambasciatore italiano in Argentina definirà pubblicamente Pangea "Eccellenza della ricerca scientifica italiana". Dal 2012 diventa Responsabile per le Attività culturali del Consorzio e vi inaugura il Museo del Gioco e del Giocattolo. Nel maggio del 2013 rassegna le dimissioni da ogni incarico con il Consorzio.


Carriera - Nell'ottobre del 2017 riceve il Premio alla carriera dalla giuria del "Concorso internazionale Le Grazie - Portovenere" patrocinato dalla Regione Liguria.


Curiosità - La Barilla, importante industria alimentare, ha realizzato un video per promuovere un prodotto per bambini, a Tellaro, Liguria, Italia; in cui fa da filo conduttore il libro "Il polpo campanaro" di Beppe Mecconi.

È membro della Scuola di Samba "Gres – Mocidade indipendente de Padre Miguel", una delle 12 scuole del "Grupo Especial (LIESA)" del Carnevale di Rio de Janeiro con la quale, dal 2005, sfila nel Sambodromo con l'ala Mil e uma Noites.